fbpx

Che barba, che noia, che noia, che barba!

Ti ricordi casa Vianello?
Ad ogni fine episodio la mitica Sandra Mondaini diceva “Che barba che noia”

Ah, la noia… chi ha il tempo di provarla? 

Con tutti gli impegni che abbiamo è già tanto se riusciamo a dormire serene la notte, figurarsi se riusciamo ad annoiarci!

La noia è sinonimo di non avere nulla da fare, e noi da fare ne abbiamo tantissimo!
Quante volte abbiamo pensato che avremmo avuto bisogno di 48 ore per poter svolgere tutto? 

Quante volte la giornata è finita e ci siamo rese conto di aver fatto metà di ciò che dovevamo fare?

Quante volte abbiamo trascurato la casa perchè avevamo troppi impegni?
E quindi, che c’entra la noia??

Ti ho raccontato tante volte che prima di diventare Professional Home Organizer ero tremendamente disordinata.
Quando si è molto disordinate si fa di tutto per evitare di riordinare, e non perchè l’ordine non piaccia, ma perchè per eliminare molto disordine ci va tantissimo tempo, quindi una strategia inconsapevole che noi super disordinati mettiamo in atto è il “procrastinare”.

Ci inventiamo di tutto pur di non sistemare. ci inventiamo anche cose complicate, prendiamo impegni che non hanno nessuna utilità, facciamo cose futili che richiedono tempo, perchè così ci convinciamo che abbiamo avuto una buona scusa per non sistemare la casa.

E io ero bravissima a impegnare il mio tempo in cose assolutamente infruttuose.

Ricordo che una volta ho cucito dei parei  senza nessuna necessità perdendo così una giornata intera. 

E che dire di quella volta che mi son messa a lavare tutte le mollette per i panni? Una mattinata buttata via a fare una cosa totalmente inutile. 

Quando ho cominciato il mio percorso di organizzazione domestica, ho potuto assaporare quanto fosse bello avere una casa in ordine, e come fosse facile mettere in ordine, tanto che ad un certo punto mi sono resa conto che il grosso del riordino riuscivo a farlo in un’ora al mattino e nel dopo pranzo avevo già la cena pronta e la cucina in ordine.

Ricordo come se fosse ieri (e sono passati 6 anni) che un pomeriggio mi sono seduta sul divano, mi sono guardata attorno e tutto era perfettamente in ordine, la cucina era ok, la cena era già pronta solo da riscaldare, la cesta del bucato era vuota, i panni piegati.

Non avevo nulla da fare!Improvvisamente mi son detta “e ora che faccio?”
Per la prima volta, dopo anni di impegni insensati,  ho provato noia!
Una sensazione surreale.

Le strategie di procrastinazione improvvisamente non avevano più senso, non avevo voglia di cucire cose inutili, non avevo mollette da lavare, non avevo impegni inutili da portare a termine.

Mi resi conto che in anni da disordinata non avevo coltivato nessuna passione vera, ma solo strategie per evitare di fare i lavori domestici, e ora non mi servivano più.

Ho passato alcuni giorni di noia pomeridiana, poi ho scoperto che c’erano modi arricchenti per passare il tempo, ho cominciato a leggere, a passare più tempo con i miei figli, a dedicare tempo a cose che valeva davvero la pena fare.

E tu, da quanto tempo non ti annoi?
Quando è stata l’ultima volta che non avevi nulla da fare?
Cosa fai quando hai del tempo libero?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.