vestiti

Cos’è l’effetto pigiama?

Avete presente quando vi alzate la mattina, fatte colazione, vi sedete un attimo sul divano, accendete la tv, sbirciate facebook dal cellulare e poi guardando l’ora esclamate “Cavoli! Ma sono già passate due ore? Pensavo di essermi alzata un attimo fa!!”

Ecco, questo è l’effetto pigiama, finché si ha indosso il pigiama ci si sente come appena alzate anche dopo due ore che si è in piedi, e quando abbiamo da fare in casa, questo è decisamente controproducente!

Esiste anche l’effetto tailleur

Come l’effetto pigiama, esiste anche l’effetto tailleur, finché si indossano abiti da lavoro, si pensa sempre di essere in ufficio, infatti la prima cosa che si fa quando si rientra a casa da lavoro è togliersi gli indumenti che si avevano a lavoro, è un fatto psicologico, ci si toglie di dosso “il lavoro” per potersi finalmente riposare, come se quei vestiti portassero con se la fatica del lavoro. Se gli indumenti indossati per andare a lavoro vi fanno sentire ancora a lavoro finché li avrete indosso, non credete che anche il pigiama vi faccia sentire “addormentate” finché lo indossate?

Io credo proprio di si, a me capita sempre così!
Finché la mattina non mi cambio, mi sento come appena alzata!

Vestirmi, prendermi cura di me anche se devo fare “semplici” lavori domestici, è una cosa che mi da tanta carica.

Il cambio d’abito

So che per molte di voi che lavorano fuori casa viene ostico mettere in pratica questo passaggio:
“vestirmi bene in casa per fare le pulizie è impensabile! Mi vesto bene tutto il giorno per lavoro, quando arrivo a casa voglio vestirmi comoda”
E sul “comoda” vi do assolutamente ragione, non c’è cosa peggiore che fare i lavori di casa con vestiti scomodi addosso.
Ed infatti non dovete tenere gli abiti che avete indossato a lavoro, altrimenti vi sembra di non staccare mai dal lavoro, ma attente a non indossare solo gli abiti “da pulizie di casa”, altrimenti, una volta finiti i lavori domestici, vi sembra di non staccare mai dalle faccende di casa.
Se rientrate a casa la prima cosa che fate e mettervi in ciabatte e tutone e subito dopo vi affaccendate nelle routine, cosa potrete indossare una volta che finite di pulire casa? resterete così fino a sera e con i “panni da casalinga addosso”, vi sembrerà di non staccare mai, vi sembrerà di aver lavorato tutto il giorno, prima fuori casa, poi dentro casa.

I lavori domestici sono lavori a tutti gli effetti, ed è giusto e utile avere una divisa che potrete togliere appena finite di lavorare in modo da mettervi finalmente in modalità relax con ciò che più vi è comodo.

Il vestito giusto per le pulizie

Vestirsi e sistemarsi, vale anche per chi non ha un lavoro fuori casa e spesso si alza e rimane in pigiama fino a che non deve uscire di casa e addirittura, se non deve uscire, rimane in pigiama tutto il giorno.

Il pigiama è una cosa tremenda, finché lo si ha addosso si ha la sensazione di essersi appena alzate anche se in realtà son passate ore dal risveglio. Il pigiama ci assopisce, ci limita nei movimenti e non ci permette di essere attive, ecco che vestirci di tutto punto ci sveglia, ci mette in modalità attiva pronte per affrontare la giornata e a fine lavoro, potremmo rimetterci in pigiama e goderci il relax. Se non ci togliamo mai di dosso il pigiama, ci sembrerà al tempo stesso di aver oziato tutto il giorno e lavorato tutto il giorno, non riuscendo a distinguere il momento di lavoro da quello di riposo.

Dobbiamo avere una “divisa” per ogni momento della giornata:
il pigiama e le ciabatte son la divisa per il riposo;
le scarpe con i lacci e un abbigliamento comodo ma decoroso, son la divisa per i lavori domestici;
le scarpe col tacco e il tailleur son quella per il lavoro in ufficio.
Se teniamo la stessa divisa tutto il giorno, ci sembrerà di aver fatto tutto il giorno ciò per cui siamo vestite!
Quindi attenzione a sottovalutare l’importanza dell’abbigliamento che indossiamo.

Buongiorno amiche!!
Oggi sul gruppo casa: impariamo ad organizzarci, stiamo facendo i baby step di FlyLady
siamo al secondo, il mio preferito, vestirsi bene in casa!

L’abbigliamento che da la carica

Prima ancora di conoscere FlyLady, quando volevo darmi la carica giusta per riordinare casa, mi sistemavo per bene, mi pettinavo, mi mettevo la crema sul viso, e indossavo vestiti comodi ma decorosi. Prima di conoscere FlyLady era solo un metodo che usavo ogni tanto… da quando ho conosciuto FlyLady è diventato la normalità, un’abitudine consolidata.

La figuraccia del pigiama

Prima di conoscere FlyLady, vestirmi bene in casa era un opzione saltuaria, pure vestirmi bene fuori casa non era da tutti i giorni… vi dice nulla “pigiama sotto al cappotto”?
Quante di voi sono uscite di corsa di casa per accompagnare i bimbi a scuola e hanno tenuto la maglia del pigiama sotto al cappotto? “tanto chi la vede? Accompagno i bambini a scuola e poi torno a casa!! Mica vado a fare una sfilata di moda!”
Ebbene si, a me è capitato di uscire con la maglia che usavo per dormire, visto che uscivo di corsa per accompagnare i figli a scuola e poi tornavo subito a casa, non stavo li a cambiarmi, infilavo solo i pantaloni, le calze e le scarpe e mettevo il giubbotto; pensavo di passarla liscia.
Poi un giorno mia figlia ha detto alle altre mamme “mamma ha ancora il pigiama sotto”
Ecco, evitiamo certe figuracce, vestiamoci decorosamente anche quando usciamo di corsa.

…la figuraccia numero due

E visto che ormai c’ho rimesso la faccia, vi racconto un’altro episodio per far capire l’importanza delle scarpe chiuse (o comunque decorose).
C’è stato un periodo che andavo in panetteria alle 7.30 del mattino per prendere al volo la merenda per i bambini, a quell’ora non c’era nessuno, la panetteria era sotto casa mia, quindi ancora in tenuta sciatta da casa, con le peggiori ciabatte che avevo, andavo di corsa, prendevo due panini e tornavo a casa; due minuti scarsi in tutto.
Ebbene, un giorno mi sono alzata tardi, i bambini non dovevano andare a scuola e io sono andata comunque a prendere una merenda per loro, peccato che fossero le 9,00, la panetteria era piena di clienti e io ero vestita al solito modo, con una felpa in pile rovinato pieno di pallini, con un pantalone da far paura e, rullo di tamburi… con delle ciabatte così brutte, che dalla vergogna  le ho buttate via una volta rientrata a casa.
Ero in condizioni pietose, “ma tanto son cose per casa” avevo pensato fino ad allora.
Ho realizzato troppo tardi di essere impresentabile, mi sentivo osservata da tutti e davvero sciatta.

Non esistono “vestiti per casa”

Ho capito che non esistono vestiti per casa, esistono vestiti decorosi e stracci.
Ecco, gli stracci evitiamoli in qualunque luogo, persino a casa nostra!!

FlyLady ci insegna a vestirci bene anche in casa, e i motivi sono molteplici:

Ci chiama la scuola perché il figlio ha dimenticato di prendere qualcosa, se siamo vestite decorosamente, scarpe comprese, possiamo uscire di corsa senza perdere tempo.
Suona il corriere e dobbiamo uscire a prendere un pacco, con le scarpe ai piedi potremmo uscire per strada molto più velocemente che con le babbucce con muso di cane!
Ci accorgiamo che ci serve qualcosa per il pranzo e il market è in chiusura, vestite di tutto punto non perderemo un attimo e potremmo uscire al volo.
Stiamo rassettando casa e suonano alla porta, possiamo aprire senza doverci vergognare di come siamo vestite.
Il mio motto è:

“vestiti in modo tale che se suonano alla porta

non hai vergogna di andare ad aprire”

Oltre al fatto che avere le scarpe allacciate ai piedi, è molto più sicuro mentre si stanno facendo i lavori di casa, potremmo salire su una scala senza rischi, lavare il pavimento senza scivolare, etc etc…

lo so cosa state pensando “io le scarpe chiuse in casa non le metterò mai!”
Ok, io vi dico, provate, prendete un paio di scarpe pulite che userete solo per stare in casa e provate a fare i lavori con le scarpe chiuse… poi ne riparleremo e mi farete sapere se è così terribile avere le scarpe ai piedi per fare le faccende di casa.