cura personale

Autostima: una mia riflessione su come ottenerla con piccoli gesti

Uno dei punti di FlyLady (il metodo di organizzazione della casa che seguo ormai da oltre un anno) dice che ci si deve prendere cura di se.
Pare una cosa sciocca, ma la cura personale da una bella carica positiva.
Il metodo consiglia di farlo al mattino… è semplice, ci si alza, ci si lava la faccia, si mette una crema sul viso, ci si pettina e perché no, ci si mette anche un filo di trucco.
“Per uscire lo faccio sempre” penserete voi; ma no, qui non parlo di uscire, parlo di quando si rimane in casa, perché (come dice una nota pubblicità) noi valiamo.. anche in casa (aggiungo io!!)

Vi racconto quello che mi è accaduto oggi:

Mi sono alzata con molta calma, mi son fatta la doccia, mi son lavata i capelli, li ho asciugati e piastrati, mi son messa una crema sul viso e mi son truccata (il mio trucco consiste in ombretto e rossetto, non certo un trucco alla Clio makeup 😀 ); ho indossato vestiti comodi ma decorosi e ho pure messo un po di profumo.
Pronta per uscire? No, ero pronta per cominciare la mia giornata in casa!
Poi mi son resa conto che mancava il pane, quindi ho infilato le scarpe, il giubbotto e sono uscita così com’ero, mentre andavo verso la panetteria pensavo a quanto fosse bella questa buona abitudine, perchè si è in ordine anche in casa e si possono affrontare uscite veloci senza sembrare una disperata.
Sono entrata in panetteria tutta felice di questa cosa e mentre la ragazza mi serviva mi dice “sei bellissima oggi”

Ora, so bene che la bellezza non è quella che conta… ma i complimenti fanno sempre piacere, e riceverli senza aver fatto nulla di apparentemente speciale è una bella botta di autostima!

Basta davvero poco per sentirsi meglio e non dobbiamo farlo per gli altri, ma per noi stesse!

Impariamo a prenderci cura di noi come prima cosa della giornata,
a prescindere da cosa faremo dopo.